Mutui Andamento dei tassi e delle richieste

su
Gnius
immagine al post Mutui Andamento dei tassi e delle richieste

Mutui Andamento dei tassi e andamento delle richieste ci mostrano come si sta muovendo il mercato immobiliare.
Per chi vuole comprare casa è importante sapere se l’andamento dei mutui è in salita o in discesa.
Se è in salita vuol dire, se non è arrivato in vetta, che il valore della casa sarà più alto in caso di vendita , il contrario se è in discesa.
mutui andamentoLa scelta del tasso del mutuo, sia esso fisso, variabile o misto, determinerà gli interessi che si pagheranno durante l’ammortamento del prestito.
E’ per questo molto importante la scelta del tasso di interesse prima della stipula del contratto di mutuo.

Gli interessi del mutuo sono determinati essenzialmente dal parametro Euribor, Eur Inter Bank Offered Rate,
un tasso che fa da punto di riferimento per calcolare l’andamento del mutuo.
Oltretutto questi tassi sono uguali per qualsiasi mutuo.
É importante conoscerli per evitare quei mutui che hanno tassi vicini al massimo consentito, che si chiama tasso usuraio.

Mutui andamento e Euribor

Il tasso Euribor è un indice, aggiornato tutti i giorni dalle banche europee, che viene applicato nelle varie transazioni finanziarie tra le banche stesse. L’Euribor viene calcolato in base alla durata del deposito o del prestito.

Se non si tiene conto dell’Euribor l’andamento dei tassi di interesse dei mutui vengono stabiliti dalle oscillazioni dei mercati finanziari.

Per cercare di capire quale sarà l’andamento del proprio mutuo è necessario conoscere l’indice utilizzato per il calcolo degli interessi, Media Euribor 3 mesi, Euribor oggi ecc …

In ogni sezione economica di siti di quotidiani nazionali e di siti che trattano economia è possibile quotidianamente conoscere la quotazione dell’Euribor per essere sempre aggiornati sull’andamento del proprio mutuo.

Sulla rata del mutuo a tasso variabile un grosso parametro che incide è proprio la variazione dell’Euribor.
Le rate dei mutui a tasso variabile subiscono delle variazioni periodiche chiamate “epoche di revisione”.

Tali aggiornamenti saranno effettuati soltanto sul debito residuo del mutuo.

L’andamento dei mutui a tasso variabile è legato alle oscillazioni del mercato,
ovviamente in riferimento al periodo previsto per il pagamento della rata in oggetto,
potrebbero risultare molto più convenienti rispetto a quello di un mutuo a tasso fisso.

Ma bisogna tenere conto anche del fatto che alle volte, quando gli indici di mercato hanno un rialzo abbastanza cospicuo,
potrebbe aumentare sensibilmente anche il tasso di interesse applicato al mutuo a tasso variabile portando la rata a salire.

Questo rappresenta uno dei pochi casi in cui si rivela più conveniente la rata del mutuo a tasso fisso.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *