Cancellazione Ipoteca Dopo Estinzione Mutuo

su
Gnius
immagine al post Cancellazione Ipoteca Dopo Estinzione Mutuo

Cancellazione Ipoteca Dopo Estinzione Mutuo è fondamentale per non avere problemi in futuro.
Hai finalmente estinto il tuo mutuo e pensi di poter star tranquillo,
ma c’è un ultimo piccolo cavillo burocratico di cui devi occuparti.
Purtroppo la cancellazione dell’ipoteca sulla tua abitazione continua ad esistere a livello formale
nonostante tu abbia finito di pagare il mutuo e devi occupartene, ecco cosa fare.

Cancellazione Ipoteca Dopo Estinzione Mutuo

Cancellazione Ipoteca Dopo Estinzione Mutuo: tutto quello che c’è da sapere

Hai sottoscritto un contratto di mutuo ipotecario?
Hai pagato l’ultima rata oppure hai optato per l’estinzione anticipata del tuo finanziamento?
Devi sapere che, nell’uno e nell’altro caso, con l’estinzione del mutuo si estingue anche l’ipoteca che a suo tempo era stata iscritta come garanzia reale.

Tuttavia, in considerazione del fatto che l’ipoteca continua a risultare formalmente nei registri immobiliari,
è necessario il tuo intervento per ottenere la definitiva cancellazione dell’ipoteca e per far sì che il bene immobile risulti libero
-anche dal punto di vista formale- da annotazioni ed ipoteche.

La procedura semplificata di cancellazione dell’ipoteca, prevista dalla Legge numero 40 del 2007,
si articola in più passaggi e presenta l’indubbio vantaggio di non comportare spese a tuo carico.

La cancellazione dell’ipoteca dopo l’estinzione del mutuo: il web ti dà una mano

La procedura semplificata di cancellazione dell’ipoteca presuppone una tua istanza alla banca,
l’accertamento da parte dell’istituto di credito della sussistenza delle condizioni necessarie per la cancellazione dell’ipoteca,
l’invio da parte della banca di una comunicazione formale all’Agenzia del Territorio con la richiesta di cancellazione della garanzia reale e, trascorsi trenta giorni dalla comunicazione, la cancellazione d’ufficio che viene eseguita salva opposizione da parte del creditore stesso.

Questa procedura, apparentemente complessa, in realtà richiede un minimo impegno da parte tua: ti basterà inoltrare alla tua banca l’istanza di cancellazione.
A tal fine una ricerca in rete sarà illuminante: troverai dei fac simile di moduli oppure potrai avanzare la richiesta compilando l’apposito form presente nel sito del tuo istituto di credito.
Superato questo step, al resto penserà la banca e, una volta decorso il termine di trenta giorni dalla comunicazione, l’ipoteca sarà definitivamente cancellata.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.