Chi deve presentare denuncia dei redditi

su
Gnius
immagine al post Chi deve presentare denuncia dei redditi

E’ tempo di elaborare il conteggio dei Redditi, ma chi deve presentare denuncia dei redditi?
Come ogni anno, si avvicina il momento di presentare la dichiarazione dei redditi.
Ecco qualche informazione utile per destreggiarsi tra i vari modelli e chiarire eventuali dubbi.

Chi deve presentare denuncia dei redditi

Chi deve presentare denuncia dei redditi?

In base a quanto stabilito dal sistema tributario italiano, è tenuto a presentare la dichiarazione dei redditi tramite modello 730 o modello Redditi (ex Unico) chiunque nell’anno di imposta 2017 abbia percepito uno dei redditi,
specificamente indicati all’articolo 6 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi (TUIR), quali:
– per redditi di lavoro autonomo;
– da redditi di lavoro dipendente;
– da redditi d’impresa;
– per redditi fondiari;
– redditi di capitale;
– redditi diversi.

Denuncia dei redditi: quando si fa?

Dal 16 aprile sono disponibili online le dichiarazioni dei redditi precompilate, a cui è possibile accedere con le credenziali dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.
Il contribuente o i soggetti delegati potranno, quindi, prendere visione delle dichiarazioni precompilate.
A partire da mercoledì 2 maggio 2018 sarà possibile accettare, apportare eventuali modifiche ed inviare il 730.
Il modello Redditi (ex Unico) potrà essere inviato da giovedì 10 maggio a mercoledì 31 ottobre.

Per quanto riguarda il modello 730 sia precompilato che ordinario le scadenze per la consegna sono:
– lunedì 9 luglio in caso di presentazione tramite sostituto d’imposta, ossia il datore di lavoro o gli enti previdenziali;
– lunedì 23 luglio, in caso di invio tramite CAF e professionisti.

Per la denuncia dei redditi è possibile avvalersi dell’assistenza di un CAF o di un dottore commercialista che si occupi di assistenza in materia fiscale, giuridica e tributaria.

Denuncia dei redditi obbligatoria e non obbligatoria

Non è obbligato a presentare la denuncia dei redditi chi, nell’anno di imposta 2017, abbia ricevuto:
– solamente redditi da lavoro dipendente;
– esclusivamente redditi da pensione;
– solo redditi derivanti da collaborazioni coordinate e continuative;
– solo redditi derivanti da lavoro a progetto.

Tuttavia per ulteriori informazioni, rimandiamo al sito dell’Agenzia delle Entrate,
che ha messo a disposizione dei cittadini una sezione dedicata con tutte le indicazioni in merito.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.