I Prestiti Personali di Poste Italiane

su
Gnius
immagine al post I Prestiti Personali di Poste Italiane

Negli ultimi anni, uno degli enti statali di maggior successo nel campo dei prestiti personali è stato rappresentato dalle Poste Italiane.
Ecco una guida in cui imparare cosa chiedere alle Poste Prestiti Personali.

poste prestiti personaliPer chi non è riuscito a mettere da parte qualche risparmio ma ha bisogno di denaro per far fronte ad un imprevisto,
trovare la banca o la fondazione migliore a cui affidarsi non è semplice.

Dopo aver osservato accuratamente le proposte del mercato, occorre, quindi, cercare di capire a quali società rivolgersi,
così da ottenere un prestito che sia, al tempo stesso, valido per ottenere il denaro richiesto e facile da restituire.
Un prestito da ripagare con rate proporzionate alle proprie entrate, in tempi concordati e senza dover affrontare gravose rinunce.

Poste Prestiti Personali: un connubio vincente

Poste Italiane ha aggiornato il suo ventaglio di proposte per i privati.
Oltre al tradizionale prestito Banco Posta, con il quale poter disporre di 30.000 euro, a patto di essere già correntisti Banco Posta,
arrivano anche Quinto BancoPosta e Special Cash Postepay.

La prima proposta offre un prestito la cui rata viene trattenuta direttamente dalla pensione o dallo stipendio dei dipendenti pubblici.
La seconda opzione è pensata per chi ha bisogno di piccoli importi, come i giovanissimi.

In questo caso, il prestito viene versato sulla carta PostePay e la rata viene detratta direttamente dal saldo della prepagata.

Poste Prestiti Personali, il rimborso delle rate in tanti modi comodi

Uno dei fattori che fanno preferire i Prestiti Personali Bancoposta è il fatto che si può scegliere il modo in cui ripagarli.
Non è necessario, anche se è sicuramente più semplice, avere un conto alle Poste, perché si può pagare la rata in tanti modi,
addirittura anche senza conto corrente, ne alle poste ne in altro istituto bancario.

Il rimborso delle rate avviene mensilmente con addebito diretto sul Conto Corrente BancoPosta, oppure sulla Carta Postepay Evolution,
addebito sul proprio Conto Corrente della propria banca, oppure con il pagamento dei classici bollettini postali.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *