Prestito veloce online: migliori prestiti personali e cambializzati da 1000 euro a 5000 euro

su
Gnius
immagine al post Prestito veloce online: migliori prestiti personali e cambializzati da 1000 euro a 5000 euro

Cerchiamo di capire qual è il miglior prestito veloce online per chi ha bisogno di piccoli importi come 1000 o 5000 euro:
tra prestiti personali e finanziamenti cambializzati proviamo ad individuare la soluzione più conveniente.

prestito veloce online

Di solito si pensa ai finanziamenti quando bisogna realizzare un progetto, quando c’è qualcosa di “grosso” in vista,
ma non sono così rari i casi in cui ci si debba affidare ad una banca o ad una finanziaria per ottenere un piccolo prestito,
per poter far fronte a delle spese magari improvvise e impreviste che pur non essendo di grande entità possono mettere in difficoltà.
Quando le cifre in ballo sono abbastanza contenute per fortuna si possono valutare diverse opzioni.

Prestiti personali veloci da 1000 euro e 5000 euro

Chi ha bisogno di somme di questo tipo ha diverse soluzioni a sua disposizione: i prestiti personali sono la scelta più gettonata,
ma chi ha qualche difficoltà ad accedervi può comunque tentare altre strade, come ad esempio i prestiti cambializzati.
Con il prestito veloce online è possibile entrare in possesso delle cifre ottenute in tempi molto ristretti,
si va dalle poche ore fino ad un massimo di un paio di giorni.

Trovare un prestito veloce online

Il web si rivela una risorsa estremamente utile, visto che permette di ottenere i preventivi e di mettere a confronto le soluzioni proposte dalle varie banche e finanziarie.
Se gli importi richiesti sono contenuti, come nel caso dei prestiti da 1.000 o 5.000 euro, ottenere un prestito personale in tempi molto brevi non è affatto difficile,
a patto che si presentino tutti i requisiti richiesti dall’istituto erogante.
Per apprendere tutti i requisiti sul prestito da 1000 euro veloce offerto dalle principali banche e finanziarie italiane vi consigliamo di rivolgervi alla guida di Prestiti Online 24,
dove potrete confrontare i preventivi e simulare il calcolo della rata, in modo da conoscere le soluzioni più convenienti.

Denaro da usare in libertà

Le somme ottenute con i prestiti personali possono essere utilizzati in piena libertà:
non è necessario specificare alla banca o alla finanziaria che li concede come questi soldi verranno impiegati.
Per fare in modo che l’intera procedura sia il più rapida possibile, prima di presentare la domanda per un prestito veloce online
il richiedente dovrebbe fare un confronto tra le varie soluzioni e procurarsi tutti i documenti necessari per completare l’operazione.
Il web fornisce tantissime risorse utili per fare queste cose:
si può navigare tra i siti ufficiali di banche e finanziarie per scoprire le tipologie di prestito che concedono,
quali sono i requisiti necessari per ottenerli e quali sono i documenti da allegare alla domanda di finanziamento,
ma ci sono anche diversi portali specializzati nel settore e i cosiddetti siti comparatori che permettono di avere una visione d’insieme abbastanza completa.

Qual è il miglior prestito veloce online?

Ma andiamo al sodo e vediamo un po’ di proposte di prestiti personali da 1.000 e 5.000 euro per scoprire qual è i miglior prestito veloce online.

Agos

Questa finanziaria consente di ottenere importi dai 500 euro ai 30.000 euro.
Chi è intenzionato a richiedere 1.000 euro può scegliere tra diverse combinazioni di durata del piano di rimborso e importo della rata:
si va da un piano di 6 mesi con rate da 169,55 euro (Tan 5,91% e Taeg 6,07%) ad uno di 36 mesi con rate da 30,38 euro (Tan 5,91 e Taeg 6,07%).
Chi ha bisogno di 5.000 euro ha la possibilità di scegliere tra più opzioni: si va dal piano di 12 mesi con rate da 432,10 euro (Tan 4,91% e Taeg 8,56%) a quello da 120 mesi con rate da 58,40 euro (Tan 6,91% e Taeg 8,33%).
Si parla di prestiti veloci online perché l’intera procedura avviene per via telematica (grazie alla firma digitale) e l’erogazione avviene entro 48 ore dal momento dell’approvazione. Bisogna presentare la carta d’identità, il codice fiscale e un documento di reddito.

 

Findomestic

Questa finanziaria consente di richiedere prestiti fino a 60.000 euro; è sufficiente fare una simulazione sul suo sito ufficiale per scoprire le condizioni proposte per i piccoli prestiti che interessano a noi:
chi ha bisogno di 1.000 euro può optare per un piano di rimborso di 18 mesi con rate da 59,80 euro (Tan fisso 9,44%, Taeg 9,86%),
mentre chi richiede 5.000 euro può scegliere tra il piano da 18 mesi con rate da 294,50 euro (Tan fisso 7,47% e Taeg 7,73%),
il piano da 84 mesi con rate da 76,60 euro (Tan fisso 7,46% e Taeg 7,72%) e tutte le combinazioni intermedie.
Per richiedere un prestito veloce online con Findomestic bisogna avere un’età compresa tra i 18 e i 75 anni, un reddito dimostrabile,
la residenza sul territorio italiano e la titolarità di un conto corrente.

Unicredit

L’istituto permette di scegliere tra diverse opzioni, ma quella più vicina all’idea di prestito personale veloce è CreditExpress Easy,
con il quale è possibile ottenere importi da 1.000 a 5.000 euro da restituire in minimo 12 e massimo 36 mesi, con il tasso d’interesse fisso al 6,90%.
Il prodotto può essere richiesto esclusivamente tramite l’App Mobile Banking Unicredit ed è disponibile solo per i titolari di conto corrente presso Unicredit da almeno 6 mesi.

Younited Credit

La proposta di questa finanziaria si trova spesso ai primi posti quando si fanno delle ricerche sui siti comparatori;
un prestito da 1.000 euro richiesto online può essere rimborsato in 60 mesi con rate da 18,82 euro (Tan fisso 4,89% e Taeg 9,67%);
ovviamente sono disponibili altre combinazioni di numero e importo delle rate (si va da un minimo di 24 mesi ad un massimo di 72 mesi);
discorso simile per il prestito da 5.000 euro, che può essere restituito in 60 mesi con rate da 94,10 euro (Tan fisso 4,89% e Taeg 7,30%).

Altre finanziarie

Vanno tenute d’occhio anche le proposte di istituti come Cofidis (prestito da 5.000 euro, 60 rate da 97,83 euro, Tan 6,50% e Taeg 6,90%),
Fiditalia (prestito da 5.000 euro, 6 rate da 9,96 euro, Tan 7,415 e Taeg 9,27%) e Compass (prestito da 5.000 euro, 60 rate da 107,05 euro, Tan 9,90% e Taeg 11,41%).

Prestiti cambializzati veloci

Chi non riesce per qualche motivo a farsi concedere un prestito personale deve cercare altre possibilità;
molto spesso si sente parlare di prestiti cambializzati: vengono di norma indicati tra i prestiti senza busta paga che possono essere richiesti anche da chi in passato ha avuto qualche problema in campo creditizio (i cattivi pagatori).
La caratteristica principale di questi finanziamenti è rappresentata dal rimborso, che avviene tramite il pagamento di cambiali.
Per chi non lo sapesse, le cambiali sono titoli esecutivi: in caso di mancato pagamento (anche di una sola rata),
il creditore è autorizzato ad avviare l’azione di protesto e a pignorare i beni del debitore, senza dover prima ottenere un decreto ingiuntivo da parte del Tribunale.

Quando chiedere i prestiti cambializzati

Solitamente con questa forma di finanziamento si possono ottenere importi tra i 2.500 e i 60.000 euro, con piani di ammortamento che possono arrivare fino ai 10 anni.
Il rischio di vedersi pignorati i beni e i costi troppo alti ( i tassi di interesse e i costi dell’operazione sono più elevati rispetto ai finanziamenti tradizionali) rendono questo prestito poco conveniente e andrebbe preso in considerazione solo come ultima risorsa.

E poi bisogna considerare che i prestiti cambializzati non vengono erogati praticamente da nessuna delle finanziarie,
o delle banche più importanti (non è una soluzione particolarmente conveniente neanche per loro):
facendo delle ricerche sul web si possono individuare le società che prestano soldi con questa soluzione, ma si tratta per lo più di realtà locali.
Se proprio non si riesce ad ottenere un prestito veloce online tradizionale, prima di richiedere un finanziamento cambializzato sarebbe meglio valutare altre opzioni come la cessione del quinto (che si può richiedere anche per importi contenuti) o il prestito tra privati,
tornato prepotentemente di moda anche grazie alle piattaforme online che servono da punto d’incontro tra domanda e offerta.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi