F24 Precompilato Tasi e IMU

su
Gnius
immagine al post F24 Precompilato Tasi e IMU

Come pagare il modello F24 Precompilato Tasi e IMU che ci arriva a casa?
Il modello F24 precompilato semplificato per il pagamento della TASI e dell’IMU è sicuramente il modo più semplice e veloce per pagare le imposte dello stato, senza dover compilare da soli i documenti.

Ma che cos’è il modello precompilato F 24, in cosa consiste? Il pagamenti che vengono richiesti con questo modello quali sono? Tante le domande che ci facciamo quando arriva qualcosa da pagare.

F24 Precompilato Tasi e IMU

F24 Precompilato Tasi e IMU come arriva

Di solito si può andare al Comune o sul proprio cassetto fiscale dell’Agenzia delle Entrate per ottenere un F24 precompilato 2018 con gli importi dovuti già segnalati.
F24 precompilato IMU non può essere modificato né utilizzato per fare una rettifica, questo modello è pensato esclusivamente per coloro che devono pagare i tributi locali dell’anno in corso.

La stessa cosa vale per il modello F24 precompilato TARI, ed anche in questo caso, bisogna provvedere a pagare l’importo e non si possono fare modifiche al documento che viene fornito per finalizzare il pagamento.

F24 precompilato come si paga

Il pagamento dell’Imu e della Tasi nel 2018 va effettuato obbligatoriamente mediante il modello F24.
Il documento si può portare già precompilato presso gli uffici postali, in banca, attraverso il sistema di Home Banking,
oppure si può scegliere di effettuare il pagamento attraverso gli intermediari fiscali come i consulenti finanziari e commercialisti,
con addebito diretto sul proprio conto bancario.

F24 come compilarlo?

Se il modello F24 precompilato non va bene o bisogna fare un ravvedimento oneroso,
o ancora c’è bisogno di fare delle rettifiche sull’importo allora si può scegliere di compilare direttamente l’F24 imu e tasi.

Per compilare il modello bisogna:
1. Selezionare la casella IMU o Altri tributi locali
2. Descrivere gli Importi da versare nella colonna: importi a debito versati
3. Inserire il Codice ente e Codice Comune
4. Barrare Ravv se bisogna fare un ravvedimento operoso
5. Selezionare il numero degli immobili
6. Segnalare l’anno di riferimento per il pagamento
7. Seleziona Acc nel caso si tratti di un acconto

Se non è un acconto allora bisogna selezionare la voce saldo perché si sta pagando la tassa in un’unica soluzione.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi