Sviluppare una solida brand awareness per la crescita del proprio business

su
Gnius
immagine al post Sviluppare una solida brand awareness per la crescita del proprio business

Avrete sicuramente sentito parlare di brand e brand awarness, ma magari non avete capito quanto è importante per la vostra attività, vi anticipiamo che la brand awareness è quella che in italiano chiamiamo popolarità e bontà del marchio o del nome.
Abbiamo conosciuto Carlo Vivarelli, un esperto di questo argomento, che lavora da anni sulla brand awareness di importanti marchi nazionali e internazionali e ci ha permesso una piccola intervista, dove ci spiega quanto è importante la fama del nostro marchio, ma anche del nostro negozio o del nostro sito web, e ci ha dato una serie di suggerimenti per migliorare la nostra, e vostra, attività e il vostro lavoro.

brand awarness

Reputazione e posizione all’interno di un mercato
, quante volte sentiamo parlare dell’importanza di questi concetti per competere all’interno di un mercato?
Il problema vero sta nel fatto che in pochi sanno realmente quali sono i passaggi da seguire per poter arrivare a questo traguardo, e se ci aggiungiamo il fatto che oggi ci troviamo di fronte a mercati ormai saturi e con una concorrenza in certi casi spietata, ecco che diventa davvero difficile riuscire ad emergere per realtà giovani e dalle piccole dimensioni.

Per ottemperare a queste difficoltà è senza dubbio necessario avere un’idea o un prodotto vincente, che sappia rispondere ad una problematica o esigenza già esistente o ancora celata nella mente del consumatore… ma avere una buona idea non è sufficiente se non si è in grado di veicolarla e di costruire quella percezione del nostro brand al grande pubblico.

Stiamo parlando del concetto della brand awareness e di come essa debba essere compresa e sfruttata al meglio per poter ottenere un reale posizionamento nella mente dei potenziali clienti; ma come si può sviluppare al meglio una strategia in tal senso?
Ne abbiamo parlato con chi ha a che fare quotidianamente con problematiche relative allo sviluppo di strategie per lo sviluppo di un business, ossia Carlo Vivarelli, consulente di marketing e comunicazione e titolare di Vivarelli Consulting, società di consulenza strategica operativa in tutta Italia.

Oggi è facile credere di poter emergere all’interno di un mercato, ma la vera sfida è riuscirci in un contesto sempre più competitivo. Come entra in gioco il fattore popolarità?

Inizio a rispondere alla tua domanda ponendone un’altra: vi siete mai chiesti perché dovrebbero scegliere proprio il vostro brand a differenza di un altro? E perché i nostri prodotti dovrebbero essere preferiti ad altri appartenenti allo stesso settore?
Oggi giorno i mercati sono animati da una competizione che supera i tradizionali confini e diventa globale, a questo dobbiamo anche unire il fatto che è il ruolo stesso del consumatore ad essere cambiato; mentre un tempo esso subiva passivamente ciò che veniva proposto dal mercato, oggi è esso stesso parte attiva dei cambiamenti del mercato stesso, in quanto molto più attento e critico… ormai possiamo definirlo come un consumatore post-moderno, selettivo e consapevole delle proprie esigenze.

In un contesto così competitivo e ricco di sfaccettature, ci troviamo quotidianamente di fronte a clienti che hanno delle potenziali buone idee, ma che non sanno come riuscire ad emergere realmente.
Ecco che qui entra in gioco il fattore popolarità; non basta più avere una proposta valida (condizione di partenza comunque fondamentale), ma soprattutto in un contesto di startup è necessario che si riesca a creare nel consumatore quella consapevolezza del marchio, sintetizzabile anche con il termine “brand awareness”.
Passare inosservati oggi giorno è davvero un attimo, distinguersi dai concorrenti risulta sempre più difficile, ecco perché creare una forte consapevolezza del nostro brand può consentire di distinguerci e di superare quella fase di empasse tipica degli inizi.

 

Perché una solida brand awareness non dovrebbe mai mancare se si vuole conseguire il successo aziendale?

Se si riesce a costruire un solido legame con il cliente si ottiene un primo vantaggio competitivo di fondamentale importanza, ossia la fiducia. Come abbiamo già detto, oggi i consumatori sanno come muoversi all’interno di un mercato e questo è testimoniato dal gran numero di ricerche che viene effettuato offline ed online prima dell’effettiva azione di acquisto.
Ecco perché se un consumatore si lega al nostro brand ed è in grado di fidarsi di noi, potrà darci preferenza, effettuando degli acquisti ripetuti nel tempo… costruire la fiducia è un’operazione lunga e complessa, che deve essere mantenuta intatta nel tempo; oggi giorno anche un piccolo passo falso può intaccarla negativamente e rovinare un lavoro costruito pazientemente negli anni.
Fidarsi di un brand, inoltre, porta nel tempo ad associare un particolare prodotto al brand stesso; di conseguenza potremmo dire che una buona brand awareness contribuisce a creare delle associazioni immediate e durature nella nostra mente.
Se ci pensate questo capita a tutti noi quotidianamente, ed un esempio tipico è quello del settore delle bibite gassate; alla grande maggioranza di noi capita subito di pensare alla Coca Cola come primo brand; questo è perché l’azienda ha saputo costruire nei decenni una consapevolezza tale del marchio da associarlo al segmento di mercato stesso nella mente dei consumatori, con una sostituzione quasi inconscia ma progressiva.

Da non sottovalutare, infine, il fatto che la consapevolezza del proprio brand permette di aumentarne il valore stesso; in marketing lo identifichiamo con il termine “Brand Equity” e consiste sostanzialmente nella percezione positiva che il nostro marchio ha saputo costruirsi nel tempo agli occhi del consumatore.
Per arrivare a questo è importante che chi ha a che fare con il nostro prodotto o servizio riesca a vivere delle esperienze positive legate al suo acquisto ed in particolar modo al suo successivo utilizzo; così facendo è probabile che lo stesso prodotto venga preferito a quelli della concorrenza anche nel futuro.

Abbiamo capito cos’è la brand awareness e la sua importanza, ma che consigli da per poterla sviluppare a chi si affaccia sul mercato?

Prima di tutto non aspettatevi di ottenere risultati immediati! La consapevolezza si costruisce nel tempo, e non basta solo la realizzazione di una campagna pubblicitaria ben fatta; ci vogliono molti sforzi ed essere a nostro modo consapevoli che è più importante ottenere un cliente che riesce a riconoscerci ed associarci, rispetto all’avere un cliente che paga.
Se ci pensate, quante volte siamo andati ad un ristorante che non ha soddisfatto pienamente le nostre richieste e nel quale ci siamo trovati male… è chiaro che pagheremo il nostro conto, ma è ancor più chiaro che molto probabilmente non ci torneremo, associando a quel luogo un’esperienza non positiva… ecco, in tal senso la brand awareness è fondamentale per far si che si possa sopravvivere nel tempo, quindi non focalizziamoci forzatamente sulla vendita ad ogni costo, ma facciamo in modo che questa possa essere effettuata nuovamente e con naturalezza nel corso del tempo.

Alcuni consigli che do solitamente sono i seguenti:

    • ragionate come persone singole, fate meno l’azienda. Fai in modo che i tratti caratteriali del tuo brand e la tua personalità escano fuori, un po’ come se tu ti stessi presentando ad una nuova conoscenza, non far credere di essere una qualunque ed impersonale struttura lavorativa;
    • date forza alla componente social. Oggi le connessioni con i propri utenti non devono riguardare solo il momento dell’acquisto, ma la loro quotidianità; sfrutta la tua presenza su Facebook ed Instagram interagendo con i tuoi follower e cerca di fare amicizia con loro come se tu fossi una persona fisica, non vedendoli come una mera fonte di reddito. Oggi costruirsi una buona reputazione online è fondamentale;
    • umanizzate il vostro brand. Fai in modo che dietro ad un semplice logo ci sia dietro una storia (il cosiddetto storytelling), una sorta di narrazione che dia autenticità; si può partire anche da cose semplici, parlando della nostra storia e di come siamo arrivati ad ideare un prodotto o servizio… ma mi raccomando, puntate sempre sulla veridicità, non cercate di essere quello che non siete!
    • organizzate dei piccoli eventi, oppure cercate di sponsorizzarli. In questi casi voi fate capire che quel particolare evento rispecchia le caratteristiche della vostra azienda e la vostra personalità.

carlo vivarelli brand awarness

Carlo Vivarelli

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi