Siamo più ricchi o più poveri del 2016?

su
Gnius
immagine al post Siamo più ricchi o più poveri del 2016?

Siamo più ricchi o più poveri del 2016? Una domanda precisa e molto netta.
Quale la o le possibili risposte? Qual’è la soglia ricchezza Italia?
Meglio rispondere prima di porre un numero elevato di domande connesse alla prima.

Siamo più ricchi o più poveri del 2016

Siamo più ricchi o più poveri del 2016?

Se si osserva la questione dalla prospettiva della ricchezza complessiva, questa fa emergere un dato. Aumentano maggiormente i milionari nel mondo, ma al contempo aumento considerevolmente anche i nuovi poveri e coloro che faticano ad arrivare alla fine del mese.
La forbice tra chi ha troppo e chi non ha niente si sta sempre più ampliando e i dati del 2016 lo confermano.

La Distribuzione ricchezza Mondiale nel 2016

La cosiddetta classe media va via via scomparendo e tale classe era in altri tempi classe di riferimento politico largo e diffuso,
ora lo sono le classi più abbienti e la classe media scivola in quella bassa.
Nei dati emerge che tra il 2015 e il 2016 vi è stato un incremento di 283mila persone entrate nel gruppo dei super ricchi,
che ha ormai raggiunto quota 13,6 milioni.

La grande ricchezza è in mano a poche persone

Siamo più ricchi o più poveri del 2016

Tale dato riportato a livello Mondiale risulta in linea con il fenomeno di concentrazione della ricchezza globale nelle mani di pochi privilegiati, il capitalismo stesso tende a fare questo.
La definizione di ricco in italia oggi è quella per cui si ha un patrimonio da poter investire.
Un patrimonio per essere considerati ricchi è quantificabile dalla persona stessa,
ma un tempo il parametro di considerazione della ricchezza era assai differente da questo appena sottolineato.

Quando si è ricchi in Italia?

Che dire, si è ricchi se si possiede un patrimonio investibile ad esclusione della prima casa,
e il patrimonio per essere considerati ricchi è quello di almeno 787.500 €.

Dai dati emerge quindi che gli italiani ricchi sono circa 168.000.
Un gruppo che si è andato restringendo negli ultimi cinque anni, ma non eccessivamente, e tale dato conferma come ulteriore prova, che la crisi ha colpito più la classe meno abbiente.
Infatti i patrimoni italiani rimangono in poche mani.
Ricchezza e povertà nel mondo tema scottante e purtroppo anche allarmante,
la stessa distribuzione della ricchezza in Italia fa parte di tale tematica che come visto si pone sul piano Mondiale con divari sempre più accentuati.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi