Bonus Giovani Genitori 2016

su
Gnius
immagine al post Bonus Giovani Genitori 2016

In tempi di crisi il governo insieme all’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale sta cercando di fornire a chi più necessita di sussidio,
bonus annui che anche se in minima parte danno un certo sostegno economico alle categorie di cittadini più in difficoltà.
Dopo le molte novità in fatto di sussidio per i disoccupati ora arriva il bonus giovani genitori 2016.

bonus giovani genitori 2016

Per l’anno 2016, l’INPS ha deciso di concedere un nuovo bonus ai giovani genitori.
Si tratta di un incentivo di ben 5000 euro che spetta a mamme e papà che sono riusciti ad ottenere un contratto a tempo indeterminato,
sia esso part time o full time nell’anno 2016.
La decisione, presa dall’ente nel Dicembre 2015, ha rallegrato molti lavoratori, adesso in attesa di conoscere le modalità di erogazione del bonus.
Scopriamo insieme quali sono i requisiti necessari per l’ottenimento di questo importo e come procedere per effettuare la richiesta.

Il bonus giovani genitori 2016 tutto ciò che serve sapere

Il bonus in questione è un diritto dei giovani genitori, ovvero di mamme e papà di età inferiore ai 35 anni con almeno un figlio minorenne a carico.
L’incentivo viene erogato ai genitori che riescono a trovare impiego nell’anno 2016,
questo a patto che siano iscritti alla banca dati per l’occupazione giovanile, istituita presso l’INPS per volere del Ministero della Gioventù.

Per chi non fosse ancora iscritto a questa banca dati, il procedimento da seguire è semplice.
Sarà sufficiente collegarsi al portale INPS, accedere facendo login con il proprio user name e password,
e poi cliccare sulla voce del menù laterale “Fascicolo previdenziale del cittadino“,
quindi una volta entrati in questa sezione, i lavoratori dovranno dapprima cliccare su “Comunicazioni telematiche“,
basta poi cliccare su “Invio comunicazioni” e, infine, sulla voce “Iscrizione banca dati giovani genitori“,
una volta raggiunta questa nuova area, il modulo risulterà precompilato con i dati già in possesso del database INPS,
occorrerà modificarli (se necessario), salvarli e inviarli al sistema.

Se quelli appena elencati sono i requisiti necessari per l’ottenimento del bonus giovani genitori 2016,
occorre ora comprendere quali siano le modalità di richiesta dell’incentivo.

Leggi anche: Bonus Bebè 2016

La richiesta va inoltrata sia all’INPS, tramite l’aiuto di uno dei patronati presenti nel comune di appartenenza, sia al datore di lavoro, che avrà il dovere di erogare il bonus annuo, suddiviso in più rate, direttamente nella busta paga del lavoratore.
L’importo sarà concesso in rate non superiori allo stipendio mensile.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi