Come fare lettura contatore Acea

su
Gnius
immagine al post Come fare lettura contatore Acea

Un modo utili per tenere sotto controllo i consumi di casa è inviare sempre la lettura, tuttavia come fare lettura contatore Acea?
La lettura contatore gas Acea o la lettura contatore della luce allarma quasi sempre le persone.
Oggi vediamo come poter effettuare l’auto lettura delle bollette.

come fare lettura contatore Acea

Come fare lettura contatore Acea

La lettura fatta da soli, si definisce auto lettura e questa consente di mantenere la bolletta in linea con i consumi reali.
La lettura si effettua partendo dal distributore locale che gestisce il contatore e non dal fornitore,
con il quale si è stipulato il contratto e al quale si paga la bolletta.

La lettura contatore A1 A2 A3 si può effettuare ad un cambio di fornitore ma non solo,
in alcune circostanze il distributore non varia ma resta sempre il medesimo.
Il distributore trasmette al fornitore, con la stessa frequenza della lettura,
i dati dei consumi al fine di poter emanare la fattura.

Chi può effettuare l’auto lettura

Acea consente a tutti i suoi clienti di effettuare l’auto lettura del contatore e conseguente di comunicarla al gestore,
sia nel caso si sia stipulato un contratto nel Servizio di Maggior Tutela sia per quanto riguarda il mercato libero.

La lettura è differente nel caso si possieda il contatore elettronico avente il display oppure il vecchio contatore tradizionale con la rotellina che gira.
La lettura del contatore elettronico Acea, non è immediata ma non è nemmeno troppo complessa,
come detto il contatore ha un display ed subito sotto ad esso un bottone grigio che occorre premere ripetutamente per far comparire in progressione tutti i dati registrati.

Attraverso il contatore gestito per fasce la somma dei quattro termini di ripartizione dell’energia attiva che sono:
1. A1+
2. A2+
3. A3+
4. A4+

Questi sono tutti i dati che compaiono sul display del contatore dell’Acea,
ma non occorre comunicarglieli tutti visto che si tratta di 15 numeri,
occorre solo evidenziare i consumi e comunicare all’azienda questione.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi