Pensioni complementari e integrative

su
Gnius
immagine al post Pensioni complementari e integrative

Stipulare delle pensioni complementari e integrative?
Il sistema di previdenza dello Stato italiano, prevede una pensione per tutti i lavoratori che hanno raggiunto l’età pensionabile, oppure i contributi necessari al pensionamento.

Pensioni complementari e integrativeOltre alla pensione concessa dallo Stato, il lavoratore può avvalersi anche dell’adesione ad altre forme di previdenza integrativa o complementare,
per ottenere un assegno alternativo a quello dello stato.

Pensioni complementari e integrative: Pensioni integrative cosa sono

La pensione integrativa prevede il pagamento mensile di una somma assicurativa che permetta di aggiungere un assegno secondario, alla normale pensione erogata dallo Stato.
Questo è un sistema di risparmio, agevolato fiscalmente che permette d’integrare il normale assegno pensionistico.
Investire in fondi pensione è il modo migliore per mantenere il proprio stile di vita anche quando si è anziani.

Pensioni integrative come funzionano

Quando si sceglie di richiedere la pensione integrativa, si crea un’assicurazione complementare che prevede il versamento di una somma mensile.
Questa viene offerta dalle agenzie assicurative oppure dalle banche.
L’assicurazione dunque realizza un piano individuale pensionistico al fine di garantire al lavoratore,
un assegno successivo che integri la normale pensione data dallo stato.

In Italia ci sono diversi enti assicuratori che permetto di stipulare un accordo,
ad esempio si possono trovare i piani pensione integrativa di Unipol,
oppure ci si può rivolgere direttamente alla propria banca.

Pensione integrative costi

In molti si chiedono se richiedere la pensione integrativa conviene.
Dipende sempre dal contratto che si stipula con la compagnia assicuratrice.
In genere comunque, i costi della pensione integrativa sono abbastanza accessibili.

Naturalmente, più si sceglie di investire maggiore sarà il ritorno economico in futuro.
In genere per aprire una pensione integrativa bastano 100 euro,
dopo di ché si potranno effettuare versamenti a seconda delle proprie disponibilità mensili.
Questo è un piano d’investimento libero, se invece si vuole creare un piano di investimento fisso si può scegliere di impegnare il proprio TFR,
che vari tra i 100 e i 200 euro mensili, per ottenere infine un buon assegno pensionistico complementare.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.