Aumenti delle tariffe di luce e telefono, e non solo

su
Gnius
immagine al post Aumenti delle tariffe di luce e telefono, e non solo

Anche quest’anno arrivano gli aumenti sulla bolletta della corrente e sulla bolletta del telefono.
Da oggi entrano in vigore le nuove tariffe della luce con aumenti del 1,9%. Lo ha deciso l’Arera.
Ma non solo, ci saranno gli aumenti delle tariffe di luce e telefono, di mezzi pubblici, dei prezzi delle strutture turistiche e le attività collegate.
L’Arera è l’ente statale che si occupa della regolazione dell’energia elettrica, quindi questa volta non c’entrano le società di servizi con l’aumento delle tariffe.
Arera è infatti l’acronimo di Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente.

Aumenti delle tariffe di luce e telefono

Avevamo gioito qualche mese per la diminuzione del costo del gas naturale, che ha diminuito leggermente il costo della bolletta del gas, anche se all’abbassamento del costo del gas naturale sono aumentate le tasse collegate, che sono aumentate dal 42% al 44%.
Ora è di nuovo tempo di aumenti.

Ancora aumenti delle tariffe di luce e telefono

L’aumento della bolletta della luce purtroppo avviene proprio nel momento in cui andiamo a consumare di più.
D’estate infatti l’uso dei condizionatori e dei ventilatori è massiccio, e questo ci fa consumare più elettricità.
Un vero peccato perché a conti fatti questi aumenti di tariffe della luce si mangiano una parte del bonus condizionatori.

Anche le tariffe telefoniche subiranno un aumento, in media 3€ al mese, che fa 36€ l’anno, con l’IVA al 22% diventa 43,92€.
In pratica ci aumenta il costo del telefono di una bolletta in più all’anno.
Questo porterà inevitabilmente a controllare se effettivamente la linea telefonica fissa che abbiamo in casa avrà ancora senso di esistere.
Se quest’anno molte persone decideranno di disdire l’abbonamento al telefono fisso questo sarà il motivo principale.

Per chi lavora a Milano oltretutto c’è anche l’aumento del prezzo del biglietto dei trasporti pubblici, da 1,5€ a 2€, che però viste le vacanze sarà più percepibile a settembre con il reinizio delle scuole e delle piene attività lavorative.

Lo stato da una parte da e dall’altra toglie

Come dicevamo quest’anno è stato riconfermato il bonus condizionatori, ma se da una parte lo stato ci fa risparmiare qualcosa rimborsando parte della spesa sulle tasse del prossimo anno, da subito ci chiede circa 15€ in più l’anno, considerando una spesa media di 65€ al mese di bolletta della luce, al netto delle tasse.
Se da una parte quest’anno ci aveva portato la buona notizia della diminuzione del costo del gas, ora vediamo che aumenta il costo dell’energia elettrica, e questi aumenti delle tariffe di luce e telefono alla fine ci aumenteranno il costo complessivo delle bollette.
La cosa più deprimente è che questa volta è l’ente statale Arera a decretare l’aumento delle tariffe, in un periodo di stagnazione economica è una mossa che francamente speravamo di non vedere realizzata.
Anche se seguiamo tutti i consigli per risparmiare sulle bollette, se volete sapere come seguite questo link, con questi continui aumenti diventerà sempre più difficile riuscire a risparmiare qualche soldo.
E francamente diventa anche stancante dover cercare sempre nuovi modi per riuscire a fare fronte a questi aumenti.

Vota!
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi