Airbnb chi paga le tasse

su
Gnius
immagine al post Airbnb chi paga le tasse

Airbnb è una piattaforma che permette di affittare una casa, ma con Airbnb chi paga le tasse?
Se siete proprietari di un appartamento, un casa o una villa potrete locare l’immobile per periodi brevi o medio lunghi grazie a Airbnb.

Nel momento in cui si affitta un’immobile è necessario provvedere al pagamento di una tassa prevista per gli affitti brevi.

Airbnb chi paga le tasse

Airbnb chi paga le tasse

Tassa Airbnb chi deve pagare? Questa tassa è dovuta da Aprile del 2017 è viene corrisposta dal proprietario dell’immobile in forma fissa con un’aliquota del 21%.

La tassa viene corrisposta tutta in una volta sul totale dell’importo degli affitti ricevuti,
mediante la dichiarazione dei Redditi con la Certificazione Unica.

Airbnb chi può affittare

Su Airbnb possono scegliere di fittare tutti coloro che hanno una casa, appartamento, villa o immobile di proprietà.
Per locare lo stabile, o anche solo una o più stanze di esso è necessario registrarsi alla piattaforma e verificare la propria identità oltre che confermare di essere proprietari dell’immobile messo in fitto mediante la piattaforma.

Airbnb come funziona

Utilizzare Airbnb per fittare la propria casa, una stanza o persino un posto letto nel proprio soggiorno, come abbiamo accennato è necessario registrarsi al sito. Dopo la registrazione non ci sono addebiti di alcun genere, ma bisogna semplicemente descrivere la propria offerta e le caratteristiche dell’immobile o della stanza che si vuole fittare.

Dopo aver segnalato le caratteristiche è necessario stabilire come si desidera affittare l’immobile.
Puoi scegliere le date in cui dare la disponibilità, i requisiti per gli ospiti e anche tutte le informazioni riguardo al check in o al check out.
Una volta pubblicato l’annuncio si può impostare il prezzo per notte o per il periodo indicato,
e infine scegliere quali sono gli ospiti idonei a poterne usufruire.

Inoltre, per avere la certezza di fittare l’immobile a una persona fidata si possono fare domande agli ospiti e richiedere anche l’identificazione mediante un documento d’identità.
Una volta arrivato l’ospite, dovrà corrispondere al suo arrivo la somma concordata per poter usufruire della casa o della stanza prenotata sulla piattaforma.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi