Fac simile dichiarazione liberatoria spese condominiali

Quando si vende o si acquista una casa in un condominio è importante chiarire lo stato di tutte le spese.
Tra queste ci sono anche le spese condominiali, per sapere se il precedente proprietario,
o per indicare lo stato delle spese condominiali al futuro proprietario dell’appartamento,
si può chiedere la dichiarazione liberatoria spese condominiali.
Ecco che abbiamo preparato un Fac Simile dichiarazione liberatoria spese condominiali da usare come base.

dichiarazione liberatoria spese condominiali

Fac simile dichiarazione liberatoria spese condominiali il file pdf

Solitamente gli amministratori hanno già dei documenti pronti ma in caso non dovesserlo avere abbiamo preparato noi una bozza.
Il file pdf che abbiamo preparato lo potete scaricare cliccando qui: File PDF  Fac Simile dichiarazione
Deve essere compilato dall’amministratore del condominio in tutte le sue parti.

Nel file vanno compilate le righine punteggiate e le date in grigio con i dati relativi ai soggetti coinvolti nella compravendita,
va indicato l’immobile e le date.
Quando il formato è gg/mm/aaaa vuol dire che vanno messe le date giorno mese e anno solo con i numeri, esempio: 20/05/2017,
quando invece c’è solo mm/aaaa allora va indicato solo il mese, esempio: 05/2017

Nell’indicazione dell’unità immobiliare vanno inserite tutte le proprietà in questione, quindi l’appartamento,
l’eventuale cantina o soffitta, l’eventuale box o  posto auto coperto o scoperto che sia.

Questo documento è una semplice attestazione, significa che non costituisce un documento valido per eventuali dispute finanziarie,
e che ogni controllo sulle spese condominiali può essere fatto e dichiarato solo fino alla data indicata.
Eventuali conguagli di fine anno, spese non ancora entrate nel bilancio condominiale, non possono essere previste,
quindi saranno le parti coinvolte nella compravendita a dover gestire queste spese.

Dichiarazione liberatoria spese condominiali come richiederla

La richiesta della dichiarazione liberatoria spese condominiali deve essere fatta via raccomandata a/r al condominio,
così quando si arriva al momento dell’atto notarile faranno fede non solo le date indicate del documento,
ma anche quella della ricezione della raccomandata.

Prima dell’acquisto di una nuova casa è importante sapere che spese ci nel condominio a cui appartiene l’immobile,
come vengono ripartiti i consumi dell’acqua e dell’elettricità, se ci sono spese per le aree comuni e via dicendo.

Questo permetterà di capire all’acquirente e al venditore se ci sono state rate condominiali che sono rimaste escluse dal documento.
Il venditore dovrà portare copia dei pagamenti effettuati prima dell’atto.
Così da permettere all’acquirente di avere tutta la situazione condominiale dell’appartamento da acquistare.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on Reddit0Digg thisShare on LinkedIn0Email this to someone
Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti