Chi riceve fattura elettronica

su
Gnius
immagine al post Chi riceve fattura elettronica

Abbiamo capito l’obbligo della fatturazione elettronica, ma chi riceve fattura elettronica?
Con l’introduzione delle nuove leggi per la pubblica amministrazione e l’integrazione dei procedimenti digitali è normale chiedersi:
la fattura elettronica da chi va fatta e chi la può ricevere?

Chi riceve fattura elettronica

Chi riceve fattura elettronica

Al momento, la fattura elettronica viene ricevuta principalmente dalla pubblica amministrazione e dalle aziende B2b.
Mentre la fattura elettronica a privati e tra aziende B2B non è prevista come obbligo di legge,
questa è invece obbligatoria da parte delle aziende private verso la Pubblica amministrazione e viceversa.

Dunque al momento, esistono diversi servizi per emettere una fattura elettronica,
anche perché molto probabilmente questo sistema verrà reso obbligatorio anche ai privati a partire dal 2019.
Sino ad allora però chi riceve principalmente fatture elettroniche sono:
– la pubblica amministrazione
– le aziende B2B.

Fattura elettronica PA: come funziona?

Come abbiamo anticipato le fatture emesse da un’azienda privata verso la pubblica amministrazione devono essere per obbligo di legge elettroniche.
La compilazione della fattura elettronica non prevede un allegato via mail e una fattura su un semplice documento word o excel.
La fattura telematica è gestita ed emessa da un specifico programma in formato XML; che permette alle pubbliche amministrazioni di conservarle ai fini fiscali,
senza stamparle o senza il rischio di perderne le copie.

La fatturazione elettronica per esempio può essere emessa nei confronti delle pubbliche amministrazioni direttamente attraverso il sito dell’Agenzia delle Entrate.
Lo strumento messo a disposizione dal sito dell’agenzia delle entrate può essere utilizzato sia per le PA sia per emettere una fattura elettronica a privati.

A cosa serve la fattura elettronica?

La fattura elettronica serve alle pubbliche amministrazioni,
anzittutto a salvare in modo più sicuro tutte le spese sostenute durante l’anno.
Questa fattura, inoltre, consente al fisco di fare analisi e controlli in modo più veloce ed efficiente.

Grazie all’introduzione di questo sistema, il formato strutturato della fattura da la possibilità di gestire tutto il flusso delle fatture per via digitale,
abbattendo il consumo di carta, cartucce, stampanti e soprattutto limitando l’impiego di spazio per la conservazione del cartaceo.

La firma digitale garantisce sempre l’autenticità dell’acquisto,
l’integrità dei contenuti del documento informatico e la conservazione a norma di legge. Dati i vari vantaggi, se il progetto di legge andrà in porto nel 2019 anche le aziende saranno obbligate a gestire la fatturazione mediante i sistemi telematici,
anche per emettere fatture ai privati oltre che ad altre aziende.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.