Bonifico Parlante WeBank – Cos'è ed Indicazioni per Compilarlo

su
Gnius
immagine al post Bonifico Parlante WeBank – Cos'è ed Indicazioni per Compilarlo

bonifico-parlante-webank-2In questi tempi si parla molto di questo cosiddetto ‘bonifico parlante’, ma di che si stratta e come compilarlo nel caso fossimo clienti Webank?
In questo articolo vedremo a quanto ammontano e come potremo avere diritto alle agevolazioni fiscali che ci spettano sulla ristrutturazione di un immobile o sulla sua riqualificazione.

Bonifico parlante WeBank: cos’è?

Il bonifico parlante WeBank è un normale bonifico bancario che include una causale specifica necessaria per usufruire di alcune agevolazioni fiscali.
Questa tipologia di transazione è stata creata per agevolare il riconoscimento delle detrazioni fiscali in materia di ristrutturazioni edilizie, riqualificazione energetica e acquisto di mobili o grandi elettrodomestici stabilite dall’articolo 16 del d.p.r. 917/1986 e dalla legge 449/1997.

Grazie a tali normative, i proprietari degli immobili o gli amministratori di condominio possono beneficiare di una detrazione sull’Irpef pari al 50% delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione o per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.
Inoltre è possibile ottenere un risparmio del 65% sull’Ires e sull’Irpef relative alle spese di riqualificazione energetica.

Il modello di bonifico parlante WeBank permette di inserire tutte le voci necessarie per una corretta compilazione, indispensabile per avere accesso ai benefici fiscali precedentemente citati.

Leggi anche: Bonus Mobili e Ristrutturazioni Edilizie,il Governo lo Manterrà nel 2016?

Bonifico parlante WeBank: come si compila?

La compilazione di un bonifico parlante WeBank richiede particolare attenzione in quanto qualunque omissione o errore nell’inserimento dei dati richiesti impedisce di accedere alle agevolazioni fiscali.
In caso contrario, infatti, la persona che effettua il pagamento dovrà richiedere l’emissione di una nota di credito al destinatario, in modo da ottenere un rimborso ed effettuare un nuovo bonifico.

Per compilare correttamente un bonifico WeBank occorre innanzitutto specificare nella causale che il pagamento viene effettuato ai sensi dell’articolo 16 del d.p.r. 917/1986 o della legge 449/1997, includendo anche il numero della fattura che s’intende pagare.

bonifico-parlante-webankInoltre occorre inserire gli estremi della persona che effettua l’operazione (nome, cognome e codice fiscale), la quale deve coincidere con l’intestatario della fattura.
In caso di immobili in comproprietà andranno inseriti gli estremi di tutti i soggetti che hanno partecipato alle spese, in modo che ad ognuno di essi vengano garantite le detrazioni nella dichiarazione dei redditi.

Leggi anche: IVA Agevolata su Impianti di Videosorveglianza

Nel caso in cui gli interventi di ristrutturazione o riqualificazione riguardino invece aree condominiali comuni è necessario inserire il codice fiscale del condominio, del suo amministratore e/o del soggetto che effettua il bonifico parlante WeBank.

Vota!
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi