Stop Loss e Take Profit nel Forex

su
Tag:
Gnius
immagine al post Stop Loss e Take Profit nel Forex

Lo stop loss e il take profit sono due elementi importanti della gestione del trading, e sono altrettanto importanti per il contenimento del rischio, tanto che faresti sicuramente bene ad apporli prima di aprire una posizione.
Ma che cosa sono gli Stop Loss e Take Profit?
Come funziona il take profit?
E come funziona lo stop loss?
Ecco una breve spiegazione per capire questi elementi fondamentali per investire nel forex.

Cosa sono stop loss e take profit

Iniziamo con il sottolineare che lo stop loss è definito come un ordine che si invia al proprio broker, dicendogli di limitare le perdite su una posizione aperta, e chiudendola nel momento in cui si raggiunge tale livello di perdita.

Di contro, il take profit, o prezzo target, è un ordine che si invia al proprio broker, informandolo di chiudere la posizione quando il prezzo raggiunge un determinato livello di prezzo in profitto.

Si tenga conto, in questo approfondimento su come funziona il take profit, che i livelli di stop loss e take profit sono di natura statica. In altre parole, gli ordini vengono attivati (e il tuo trade viene chiuso) quando un titolo raggiunge un determinato livello di prezzo.

Per esempio, se hai inserito un ordine Buy su EUR/USD a 1,185 e imposti lo stop loss a 1,175 e il livello target a 1,195, quando il prezzo si muove al di sotto del livello di ingresso e raggiunge 1,175, il tuo ordine viene chiuso per una perdita di 10 pip. Allo stesso modo, quando il prezzo si muove a 1,195, il tuo ordine viene chiuso per un profitto di 10 pips.

Perché impostare stop loss o target profit?

Il motivo per cui i trader impostano uno stop loss o un target di profitto è gestire meglio le loro operazioni.
Immagina di fare trading senza uno stop loss: potresti potenzialmente esaurire tutto il tuo capitale se le cose dovessero andare particolarmente male!
Allo stesso modo, immagina di non fare trading senza un prezzo target: esporresti l’intero capitale del tuo conto alle fluttuazioni del mercato.

Che cos’è il trailing stop

I trailing stop sono invece indicatori di natura più dinamica.
Quando si utilizzano i trailing stop, il livello del prezzo dello stop cambia dopo un determinato numero di pip. Alcune piattaforme di trading consentono anche di impostare un trailing stop basato su movimenti percentuali.

Insomma, i trailing stop sono solitamente utilizzati quando si desidera ottenere il maggior numero di profitti possibile durante tendenze in forte movimento.
Per esempio, impostare un trailing stop di 20 Pips significherebbe che un nuovo livello di stop verrebbe automaticamente impostato quando il prezzo si muove di 20 pip a tuo favore.

Per esempio, se hai piazzato un ordine Buy su EUR/USD a 1,185 e imposti lo stop loss iniziale a 1,175 e un trailing stop di 10 Pips, allora se il prezzo si muove di 20 pips a tuo favore il nuovo stop loss verrebbe spostato a 1,1185.
Se il prezzo continua a muovere altri 20 pips, allora il trailing stop si muove di altri 10 pips a tuo favore impostando il tuo nuovo ordine di stop loss a 1.195 (bloccando così 10 pips di profitto).

I trailing stop possono essere usati insieme all’ordine di take profit.

Condividi subito
Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi