Migrati i conti correnti da Veneto Banca e Popolare di Vicenza a Intesa San Paolo

su
Gnius
immagine al post Migrati i conti correnti da Veneto Banca e Popolare di Vicenza a Intesa San Paolo

Durante il ponte dell’Immacolata sono stati migrati i conti correnti da Veneto Banca e Popolare di Vicenza a Intesa San Paolo.
La migrazione informatica ha prodotto la creazione di 2,2 milioni di nuovi conti correnti collegati ai vecchi,
questo significa che gli accrediti e gli addebiti dei vecchi conti vengono automaticamente dirottati sui nuovi conti correnti Intesa San Paolo.

conti correnti da veneto banca e popolare di vicenza

Visto che ci sono le scadenze per il 18 dicembre, l’IVA per le aziende e l’Imu e la Tasi anche per i privati,
meglio non arrivare ai pagamenti in prossimità della scadenza onde evitare problemi che diventerebbero multe e sanzioni.
Per le Carte di credito e i bancomat non ci saranno problemi, e fino a marzo funzioneranno come sempre.
L’unica cosa che cambia è che dal bancomat si potrà avere al massimo 250 euro a operazione,
anche se il prelievo viene fatto dagli sportelli della propria banca, che a questo punto è Banca Intesa San Paolo.

Migrati i conti correnti da Veneto Banca e Popolare di Vicenza a Intesa San Paolo

Per evitare impatti sui clienti le carte di debito e prepagate sono rimaste attive ma con limitazioni già comunicate ai clienti,
entro tre mesi è prevista la sostituzione con carte di debito e prepagate nuove.
Le carte di credito invece potranno rimanere così fino alla naturale scadenza, anche se le nuove carte di credito di Intesa SanPaolo sono migliori,
sia come servizi che come sicurezza.
Tra le altre cose tutti i conti correnti da Veneto Banca e Popolare di Vicenza che sono stati migrati ora potranno accedere ai servizi dei conti correnti di Banca Intesa San Paolo,

Nuovi Iban

I codici Iban dei conti correnti sono nuovi e sono stati già comunicati ai clienti di Veneto Banca e Popolare di Vicenza.
Intesa Sanpaolo ha creato dei sistemi per automatizzare tutte quelle operazioni di spostamento dal vecchio al nuovo conto,
evitando così qualsiasi disagio o problema alla nuova clientela.
Questo permetterà di dare il tempo necessario per spostare accrediti e addebiti dal vecchio al nuovo Iban senza problemi.

Prevista la chiusura di 250 sportelli

Con questa migrazione sono stati chiusi 140 sportelli delle vecchie banche, ed altri 110 saranno chiusi a breve,
sono sportelli in cui erano presenti nella stessa zona a volte anche tutte e 3 le banche, e che ora non hanno più senso di esistere.

Che fine faranno i debiti di Veneto Banca e Popolare di Vicenza

Si parla di 18 miliardi di euro, o forse più, tra sofferenze e inadempienze, ma si saprà la cifra esatta tra qualche settimana.
Questi soldi, oltre ad essere un debito enorme, sono anche un mancato introito per lo stato che cercherà in tutti i modi di esigere,
è già partita la gara per la ricerca di una società per la gestione dei crediti che inizierà a sanare le situazioni ancora in essere.
Si vedrà poi come ripianare alcuni dei debiti ancora in essere con i risparmiatori che, in qualche modo,
sono stati truffati, almeno nella fiducia, e che devono rientrare dei propri soldi.
C’è già un’indagine in corso e tra oggi e domani c’è la prima udienza per capire chi sono stati i responsabili del crack di queste 2 banche.

Per approfondimenti ulteriori qui la notizia sul corriere.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi