Come si compila il modulo SR181 per il Reddito di Cittadinanza

su
Gnius
immagine al post Come si compila il modulo SR181 per il Reddito di Cittadinanza

Vediamo a cosa serve e come si compila il modulo SR181.
Il modulo SR181 Esteso è un modello pubblicato dall’INPS sottoforma di file PDF editabile.
Questo documento serve a segnalare eventuali variazioni dello status di uno o più componenti del nucleo familiare quando queste variazioni possano comportare la riduzione o addirittura la perdita del Reddito di Cittadinanza.
Si scarica dal sito dell’INPS, basta fare una ricerca per trovare il link dal quale scaricare il modulo SR181.

come si compila il modulo SR181

Una volta compilato il modulo SR180 e consegnato può essere necessario nei prossimi mesi compilare il modulo SR181 Com-Ridotto.
Serve a segnalare cambiamenti al nucleo familiare durante il periodo in cui si gode del reddito di cittadinanza.
La consegna del modulo SR181 deve avvenire entro il 30mo giorno dal cambiamento dello status di uno dei componenti del nucleo familiare, come l’assunzione ad un lavoro, una rendita o un acquisto di una auto o di uno scooter.
Se non lo si fa si perde il diritto al Reddito di Cittadinanza.

Per questo sapere come si compila il modulo SR181 è molto importante.
Se non viene compilato bene o non viene consegnato entro i limiti previsti si perde il reddito di cittadinanza.

Quando presentare il Modulo SR181 Esteso

Il modulo SR181 Esteso va compilato e consegnato al CAF entro 30 giorni dall’inizio di una nuova attività lavorativa da uno dei componenti del nucleo familiare, ma non solo.
L’SR181 va compilato e consegnato anche per dichiarare questi cambiamenti al nucleo familiare:
– Uno dei familiari del nucleo ha iniziato o avviato un’attività lavorativa di qualsiasi tipo, sia come dipendente, come autonomo, come impresa individuale o anche solo di partecipazione ad una attività esistente.
– Uno dei familiari del nucleo esce o entra in prigione o in stato di detenzione domiciliare
– Uno dei familiari del nucleo  viene dimesso o viene ricoverato in un istituto di cura di lunga degenza o strutture simili a carico dello Stato o di ogni altra Pubblica Amministrazione
– Uno dei familiari del nucleo ha una variazione del patrimonio immobiliare superiore a 30.000 euro, esclusa la prima casa, in questo caso il modulo SR181 va presentato entro 15 giorni dalla variazione.

Come si compila il Modulo SR181

Ecco un breviario per accompagnarvi durante la compilazione del modulo SR181.
Il modulo SR181 è composto da 4 pagine, la prima pagina contiene le istruzioni per la compilazione e la consegna, mentre i dati vanno inseriti a pagina 2 e a pagina 3 del modulo.

Pagina 2

La pagina 2 va compilata inserendo il codice fiscale di chi ha fatto la domanda ed il numero di protocollo dell’INPS della domanda del Reddito di Cittadinanza.
Successivamente vanno indicati i dati anagrafici, come nome e cognome, codice fiscale, data e luogo di nascita e stato di nascita, del familiare appartenente al nucleo che ha avuto le variazioni che abbiamo indicato sopra.

Pagina 3

A pagina 3 vanno indicati i dati che riguardano la variazione, è composto da tre paragrafi, vediamo le 3 parti del primo  paragrafo “Comunicazioni della Variazione Lavorativa”:
La prima parte va compilata quando si è iniziata un’attività lavorativa, che può essere un lavoro subordinato a tempo indeterminato o determinato, oppure intermittente, come ad esempio i lavori a chiamata. Va indicato il compenso lordo previsto per l’anno in corso.

La seconda parte è dedicata al lavoro autonomo. Vanno indicate la data di inizio attività, il trimestre di riferimento e il guadagno ricavato, calcolato sottraendo le spese sostenute dai ricavi avuti.

La terza parte è per comunicare la cessazione di una attività già in essere.

Il secondo paragrafo “Ulteriori comunicazioni” serve per dichiarare cambiamenti nel nucleo familiare, cambiamenti sul mutuo in corso, cambiamenti sul patrimonio immobiliare.

La prima parte serve per dichiarare se uno o più elementi del nucleo familiare sono usciti o entrati in prigione, se sono entrati bisogna selezionare “non presenti” se sono usciti allora “presenti”; se uno o più elementi sono entrati o usciti da una clinica a lunga degenza; se uno o più familiari si sono licenziati volontariamente dal proprio lavoro.

La seconda parte serve per dichiarare cambiamenti sul mutuo sulla prima casa, che riguardano in particolare la rata del mutuo.

La terza parte serve infine per dichiarare cambiamenti sullo stato patrimoniale, come ad esempio se si è entrati in possesso di un immobile a causa di una eredità.

Il terzo ed ultimo paragrafo “Dichiarazione di Responsabilità” va compilato con data e firma e serve ad indicare chi è il responsabile di queste informazioni, che, ricordiamo, se false prevedono conseguenze penali.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi