Aprire Conto Estero – Come bisogna fare? E’ possibile?

su
Gnius
immagine al post Aprire Conto Estero – Come bisogna fare? E’ possibile?

Aprire Conto Estero: perché farlo?

Mai pensato di Aprire Conto Estero?
Desideri per i tuoi risparmi una remunerazione più vantaggiosa?
Sei alla ricerca di una forma di investimento alternativa rispetto al tradizionale conto corrente che hai in Italia?

Aprire Conto Estero

Aprire Conto Estero – Perchè?

Aprire un conto all’estero si rivela una mossa vincente sotto molteplici punti di vista:
potrai scegliere tra un conto bancario e un conto di deposito-
Ti porrai al riparo dai rischi di default che sono sempre in agguato. Riuscirai a diversificare il tuo portafoglio e movimenterai delle somme. Piccole od ingenti che siano, a tariffe inferiori rispetto a quelle attualmente applicate dagli istituti bancari italiani.

Scegliere dei Paesi stranieri affidabili e finanziariamente molto solidi significa salvaguardare il tuo patrimonio.
La distanza chilometrica oggi non rappresenta più un problema.
Ovunque tu decida di investire (in un Paese europeo o al di fuori della zona UE), il web ti sarà di grande aiuto.
Dalla procedura di apertura del conto all’eventuale chiusura del rapporto, passando per l’ordinaria operatività del conto.
Ogni aspetto sarà gestito online e tu potrai, con un semplice clic, monitorare lo stato delle tue finanze.

Aprire Conto Estero: come fare?

Aprire un conto all’estero online è semplice e veloce.
Non bisogna certo essere residenti in quello Stato o essere legati a quel Paese da ragioni commerciali o professionali.
Una volta scelto lo Stato e la società a cui vorrai affidare i tuoi risparmi, potrai stipulare il contratto e perfezionare l’iter di apertura del conto comodante dal tuo pc.

Aprire Conto Estero

Ti basta avere a portata di mano alcuni documenti, che non differiscono da quelli che ti sarebbero richiesti per aprire un conto in Italia:
la carta d’identità o il passaporto purché in corso di validità.
Riceverai al tuo indirizzo di posta elettronica la documentazione e per iniziare a fare fruttare i tuoi risparmi.
Ti basterà effettuare online un bonifico prelevando una piccola o grande somma dal tuo conto corrente in Italia.

Ricorda che, al momento della compilazione della dichiarazione dei redditi, devi indicare nel quadro RW del Modello Unico l’ammontare dei tuoi investimenti all’estero. Che sei esonerato da tale adempimento qualora i depositi e i conti correnti bancari costituiti all’estero abbiano un valore complessivo non superiore a 15.000 euro.

Se hai deciso di non sottostare più ai tassi d’interesse degli istituti di credito italiani, aprire un conto all’estero è la soluzione perfetta per te.
Vuoi diversificare il tuo portafogli e dare un senso all’investimento dei tuoi risparmi in modo farli fruttare nel modo migliore possibile con percentuali di rischio nettamente inferiori.
Prima di passare all’apertura vera e propria del tuo conto informati sulle migliori società tramite cui farlo e poi procedi!

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi