Le Date delle Scadenze dello Spesometro

su
Gnius
immagine al post Le Date delle Scadenze dello Spesometro

Viene chiamato Spesometro ciò che ufficialmente l’Agenzia delle Entrate identifica come Comunicazione polivalente.
Si tratta di una comunicazione che deve essere effettuata da parte di soggetti con partita IVA alla Agenzia delle Entrate,
riguardo agli importi delle fatture sia dei clienti che dei fornitori.
Iniziamo quindi a parlare subito delle Scadenze Spesometro di quest’anno.
scadenze spesometro

Dunque i contribuenti dovranno comunicare le operazioni rilevanti ai fini IVA superiori a 3’600 euro per il 2014.
Le scadenze per la varie categorie di contribuenti per la comunicazione dello Spesometro sono le seguenti:
10 Aprile per i contribuenti che liquidano l’IVA ogni mese.
22 Aprile per chi liquida l’IVA trimestralmente.
30 Aprile per gli operatori finanziari che devono comunicare gli acquisti pagati con bancomat o carte.

Scadenze Spesometro dalle Agenzie delle Entrate

Un modo semplice è andare nelle sedi dell’Agenzia delle Entrate più vicina e chiedere l’elenco delle scadenze dell’anno.
Vi forniranno il calendario di quest’anno dove sono indicati i giorni di tutte le scadenze delle Partite IVA.

Queste scadenze fanno parte delle tasse per i titolari di Partite IVA che devono essere pagate durante l’anno,
a differenza degli altri anni ci sono delle esenzioni che possono essere sfruttate.

Importante è agire per tempo per recuperare la documentazione necessaria per richiedere l’esenzione,
oltre che per calcolare la quantità di soldi da spendere in tasse anche quest’anno.
L’importanza di quest’anno sulle scadenze Spesometro è proprio serve a capire quanto si spende per il proprio lavoro,
e visto che a pensar male si fa peccato ma non si sbaglia mai, a quanti soldi lo stato può ancora chiedere,
soprattutto a chi ha un’attività con la Partita IVA, essendo più semplice e diretto fare i dovuti controlli.

Tornando alle scadenze spesometro  c’è da ricordare che se anche se di solito non cambiano mai,
ci possono essere slittamenti a causa dei sabati e delle domeniche o di giorni di festa.
In questo caso potrebbero far scattare in avanti di 1 o 2 giorni le scadenze.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.