Quali Contributi IPA del Comune di Roma sono Deducibili dal 730

su
Gnius
immagine al post Quali Contributi IPA del Comune di Roma sono Deducibili dal 730

Contributi IPA che sono? Sono deducibili dal 730?
L’istituto di Previdenza e Assistenza per i dipendenti del Comune di Roma,
nato nel 1940 per aiutare i dipendenti dell’allora Governatorato di Roma a superare periodi difficili,
prevede il versamento di contributi per collaborare allo scopo del fondo stesso,
ma non tutto è deducibile dal 730, come anche da altri modelli per la dichiarazione delle tasse.

Contributi IPA

Contributi IPA – Cosa sono

Andando a leggere lo statuto dell’IPA vediamo che i contributi dati vanno a coprire tutta una serie di servizi sia di assistenza,
economico-sanitaria, che di previdenza, come anche altri aiuti per servizi ricreativi o, ahimè, funerari.

Quindi non tutto quello che viene versato all’Istituto di Previdenza e Assistenza è detraibile,
perchè l’IPA non si occupa solo di contributi previdenziali, ma anche di prestiti, assistenza economica sanitaria o ricreativa.

Qua sorge un problema, più pratico che teorico, e per questo di facile soluzione:
quanto dei contributi che verso all’IPA posso detrarre dal modello 730?

Contributi IPA – Si possono detrarre dal 730?

Come abbiamo già scritto sull’articolo Modello 730 e Detrazione Spese Contributi IPA, i costi detraibili come oneri previdenziali.
Quelle spese che in futuro andranno a fornire un aiuto pensionistico alla persona,
solo le somme dichiarate come elargite all’ente previdenziale, o forme omonime, possono essere detratte.

Per scoprire quali sono bisogna affidarsi ad un professionista, un commercialista o uno studio CAF dovrebbe essere in grado di aiutarvi.

Ricordandosi di portare tutte le ricevute di pagamento, con la causale bene in vista, e con lo statuto dell’IPA
per aiutare a “decifrare” quali dei servizi possono essere inseriti nel modello 730.
Qualora venissero decurtate le spese dei contributi direttamente dalla busta paga bisogna capire se viene scritto esplicitamente il servizio al quale fa riferimento la decurtazione, al fine di non indicare cifre che in realtà non possono essere detratte.

Il Modello 730 e le detrazioni IPA

La parte indicata per inserire le detrazioni delle spese previdenziali del modello 730/2016 è il rigo E21,
nel quale possono essere indicate non solo le spese dell’IPA ma anche altre spese come i costi per il ricongiunzione
di altri periodi assicurativi in un unico ente previdenziale.
Anche i costi per la riscossione degli anni di laurea, anche del figlio a carico, possono essere indicati in questa area.

Se volete provare a compilare da soli il modello 730 potete provare, ma è comunque fondamentale farlo controllare da un professionista, perché le eventuali multe possono essere salate.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.