Disdetta Polizza Affetti Protetti Poste Italiane – Come procedere.

su
Gnius
immagine al post Disdetta Polizza Affetti Protetti Poste Italiane – Come procedere.

La polizza Affetti Protetti che viene proposta dalle Poste Italiane è una polizza assicurativa della famiglia Postapersona.
Una assicurazione vita pensata per consentire di proteggere le persone più care.
I soggetti al di sotto di un limite d’età potranno contare su un sostegno economico in caso di scomparsa del titolare della polizza.
Ma come fare la Disdetta polizza Affetti Protetti Poste Italiane in caso di cambiamenti nella vita?disdetta polizza affetti protetti poste

La Polizza Affetti Protetti è una speciale polizza vita utilizzata per garantire una sicurezza economica ai propri cari in caso di problemi.
In tal modo il titolare della polizza garantirà al nucleo familiare una base di reddito sulla quale poter riorganizzare la propria vita.
Questa garanzia risulta molto importante per qui nuclei familiari che hanno una unica fonte di reddito.

Con la polizza affetti protetti potrete assicurare un futuro ai figli e al coniuge.
Chi dovrà superare un lutto importante potrà farlo sapendo che avrà la possibilità di coprire la rata di un mutuo.

Tale polizza può essere sottoscritta da parte di chi ha fino a 60 anni di età.
Il beneficiario potrà essere il proprio coniuge, i figli, i genitori, un fratello o una sorella e di un convivente.

Disdetta Polizza Affetti Protetti Poste – Come fare?

Sappiamo però che a volte la vita fa brutti scherzi, e viene la necessità di disdire questo tipo di assicurazioni.
Chi desidera disdire polizza Affetti Protetti Poste Italiane dovrà procedere inviando alle Poste Italiane una lettera raccomandata con ricevuta di ritorno . L’invio dovrà essere effettuato entro e non oltre i 30 giorni prima della scadenza annuale della polizza.
In caso di mancata disdetta entro il termine previsto, la polizza si rinnoverà automaticamente di anno in anno.

Prima di inviare la raccomandata con ricevuta di ritorno assicuratevi che arrivi per tempo.
Nella lettera andranno riportate tutte le informazioni necessarie agli operatori delle Poste per procedere con la pratica velocemente.
Dopo aver scritto sia i dati del mittente che quelli del destinatario.
Bisognerà inserire l’oggetto che dovrà essere “DISDETTA POLIZZA AFFETTI PROTETTI“.
Il mittente andrà in alto a sinistra, il destinatario appena più in basso, sulla destra.

Nel corpo della lettera stessa andrà indicata per prima cosa la volontà di disdire, segnalando che si avrà intenzione di farlo alla prossima scadenza. Non è assolutamente necessario indicare la motivazione che ha spinto la persona a richiedere la disdetta.
Indicare sempre il numero della polizza per evitare che vi siano fraintendimenti o che venga chiusa la pratica sbagliata.
In una frase inserita successivamente dichiarare il fatto di ritenersi liberi, dopo la scadenza, da ogni obbligazione futura che possa derivare dal contratto stesso.
La lettera andrà firmata e datata.

Disdetta polizza affetti protetti poste – Attenzione a non perdere la ricevuta

Una volta inviata la raccomandata conservare la ricevuta di ritorno.
Sarà quest’ultima a testimoniare l’invio della disdetta stessa qualora le Poste non dovessero procedere con la pratica.
Le Poste potrebbero procedere rinnovando automaticamente la polizza per errore.
In caso di smarrimento della ricevuta di ritorno al contraente non rimarrebbe niente in mano.
Un eventuale errore da parte delle Poste porterebbe inevitabilmente al pagamento dei canoni successivi perché nulla giustificherebbe un mancato versamento.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *