Carta Revolving Senza Conto Corrente

su
Gnius
immagine al post Carta Revolving Senza Conto Corrente

La Carta Revolving Senza Conto Corrente  è sempre più diffusa. Pensate è uno degli strumenti finanziari più utilizzati per pagare senza contanti. Tantissimi istituti di credito offrono la possibilità di aprire una carta di credito a saldo.
La maggior parte delle carte revolving ha un tetto massimale stabilito dall’utente insieme all’istituto di credito.
Questo solitamente è stabilito all’apertura della carta elettronica.

Carta Revolving Senza Conto Corrente

Carta Revolving Senza Conto Corrente – Come funziona

Le principali carte revolving senza conto corrente possono essere utilizzate sui principali circuiti di credito nazionali e internazionali.
Sia il circuito VISA che Mastercard offrono servizi vantaggiosi, basta cercare la Banca con la quale hanno stipulato il contratto.
Queste carte non hanno costi di attivazione e consentono di restituire gli importi spesi sia con un unico versamento mensile che in piccole rate.
Gli enti erogatori in questo modo vanno incontro a tutte le esigenze di utilizzo.

Fra i nuovi strumenti tecnologici c’è la possibilità di generare una carta di credito virtuale per i pagamenti online.
Gli acquisti saranno ancora più protetti e sicuri e non sarà necessario segnare il numero della carta di credito fisica in nessun sito.

La possibilità di trasferire dalla carta di credito revolving a quella virtuale solo l’importo necessario per ogni acquisto è una vera e propria rivoluzione nel settore dei pagamenti online.

Gli istituti di credito offrono anche un comodo servizio di home banking gratuito per gestire direttamente dal proprio computer a casa o in ufficio tutte le transazioni economiche.

Ti potrebbero interessare anche:

One thought on “Carta Revolving Senza Conto Corrente”

  1. Pingback: Pagodil - Cos'è e Come Funziona
  2. Trackback: Pagodil - Cos'è e Come Funziona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *